Sezione delle Volte Basse

Parlare oggi della nascita delle nostre associazioni ci riporta a leggere i documenti che hanno spinto i soci fondatori a costruirle. Volte Basse e Caldana sono l’esempio emblematico di come la necessità di aiutare chi ti è vicino abbia prodotto la reazione dei territori. Due piccole frazioni peraltro divise e frammentate dal confine di Siena e Sovicille, dove ovviamente i servizi socio-assistenziali erano e sono tutt’oggi erogati in buona parte dalle rispettive amministrazioni. Nel 1979 queste due frazioni hanno raggruppato le donne e gli uomini che credevano nella possibilità di offrire un contributo alla struttura organizzativa della sanità dell’epoca o comunque alle necessità che si presentavano alle porte dei meno fortunati. E’ stato con questo spirito che sono nate le due associazioni distinte dei Donatori di Sangue e della Pubblica Assistenza. Nel corso della loro storia sono state animate da quello che è ricordato da tutti come un sano confronto fra i vari soci di idee diverse, da tante attività svolte insieme, dimostrando come l’unione per il bene comune abbia spazzato via i campanilismi, che alle volte sembravano duri a morire. Negli anni le associazioni insieme hanno organizzato eventi per offrire ai soci e non, momenti di incontro, condivisione di esperienze, attività per una buona causa e tanto altro. Nel corso degli anni i soci che hanno costituito i vari consigli hanno dato il loro tempo e il loro impegno per offrire sempre un servizio migliore, per essere vicini agli iscritti e alle famiglie nel momento del bisogno, per far conoscere l’attività a chi non era parte di quel mondo ma poteva dare una mano ed entrarvi. Le associazioni sono così andate avanti onorando gli impegni presi con i propri soci e con la comunità fino a che, sempre dal territorio, è emersa una nuova necessità.

Questa volta la imponevano le norme di legge, le responsabilità che gravavano sui vari presidenti e sui consigli, a cui si aggiungevano le opportunità che potevano essere colte trasformandosi in un nuovo soggetto. I consigli delle due associazioni si sono confrontati con quelli delle altre realtà limitrofe, sui servizi, sull’organizzazione e sulle opportunità che si potevano aprire da una collaborazione per diventare, poi, una nuova realtà associativa. Quello che era stato subito chiaro per tutti, soci e consigli, era il fatto che tanto era stato fatto fino ad allora, ma molto di più quello che poteva essere offerto ancora. E’ stato così che abbiamo iniziato ad incontrarci con i membri dei vari consigli delle associazioni che oggi costituiscono la PA Montagnola Senese e via via che il tempo passava e gli incontri si susseguivano delineando i contorni del nuovo soggetto, le barriere sono cadute o hanno ceduto il passo alla possibilità di sperimentare il cambiamento e credere nella nuova struttura. E’ così che pian piano si sono mossi i primi passi verso la creazione della PA Montagnola Senese che ha preso forma in un atto del 28/12/2000. Come tutte le convivenze si ricordano ancora oggi con una certa ironia molti eventi, alcuni dei quali di carattere comico ed altri più seri, discussioni sterili e problematiche sollevate con spirito critico, il tutto sempre nell’ambito della normale dialettica e diversità di pensiero. Questo ha comunque aiutato la PA Montagnola Senese a diventare quella realtà che oggi è, una realtà spinta dall’impegno di donne e uomini che hanno creduto in un progetto comune e la volontà di offrire alla comunità servizi e opportunità migliori, lavorando costantemente per mantenerli ed assicurarli.

Sede Volte Basse